Voi dell'Associazione Nazionale Alpini e del Club Alpino Italiano siete l'ossatura portante morale e sociale dell'Italia e in particolare della nostra montagna.

Voi fate parte di due strutture organiche oneste, lungimiranti e operose da cui i governi nazionale e regionali dovrebbero attingere per trovare donne e uomini validamente atti a gestire le istituzioni pubbliche.

Altro che Arcuri, Tridico, Palamara, Sarpietro, Conte, Casalino, Morra, Toninelli, Di Maio, Speranza, Grillo e tanti altri, più o meno illustri musicanti che si esibiscono o che si sono esibiti nelle strade e nei teatri nazionale e regionali: individui dalla fragile struttura etica e culturale, unicamente protesi al successo e al guadagno.

Voi dell'ANA e del CAI siate orgogliosi e fieri della vostra appartenenza ! Gli Italiani vi ammirano e riconoscono in voi la parte più sana e attiva della nazione.